Just Married – A wedding day in Rome

Posted by Manuel |15 Jul 13 |

Metti una weekend a Roma, due amici Virginia e Daniele che si sposano, aggiungici la Città Eterna che con la sua magia e il suo sapore di storia regala l’atmosfera, un gruppo di amici simpatici e brillanti unito ad un pizzico di romanità e la ricetta è fatta. Una giornata incredibilmente emozionante e unica, un’ esperienza da aggiungere all’album dei ricordi di una vita.

Parte tutto con un viaggio in treno, Milano-Roma l’arrivo ad un ora esatta dall’inizio della cerimonia in Campidoglio, il trasferimento dalla stazione Tiburtina alla stazione Termini, il check-in in albergo, la doccia e la vestizione. Taxi veloce, mancano ormai 20 minuti, fortunatamente il tassista mi accompagna davanti alla sala Rossa. Arrivato h 17.55, 5 minuti in anticipo…ora posso iniziare a respirare ci siamo, incomincia la vera avventura. Si perché sono solo, non conosco assolutamente nessuno se non naturalmente gli sposi, che di sicuro non potranno starmi dietro, ma confido nella mia facilità ad inserirmi e sopratutto nella spigliatezza che hanno da queste parti e la capacità di non farti sentire estraneo. Prima di partire ero titubante sul presentarmi o no, ma alla fine a mia voglia di condividere questa giornata con GLI SPOSI ha vinto su qualsiasi tipo di dubbio.
Arrivato davanti alla sala i protagonisti di giornata ancora non erano arrivati, il mio imbarazzo era palese, intorno all’ingresso c’erano amici e parenti, mi sentivo fuori luogo, ma quando sono arrivati nella loro Smart decappottabile, il fatto che fossi li da solo non mi interessava più, ero li per vedere loro. Virginia, bellissima, solare nel suo abito panna da principessa ed il sorriso fisso sul viso, Daniele visibilmente agitato ed emozionato non riusciva a fermarsi. Un saluto veloce e via dentro alla sala.
Entrano gli sposi e all’interno parte una canzone gospel, cantata da un’amica di Virginia, i brividi così come i brividi sulla schiena mi si sono ripresentati al termine della cerimonia civile, durata 5 minuti che figata dato che si muore anche di caldo, quando parte un’altra canzone Gospel ma questa volta non è una solista ma l’intero gruppo di amici. Da Paura.
Nel momento delle firme e delle foto metto da parte la timidezza e chiedo a due ragazzi, sinceramente erano quelli che mi hanno ispirato di più, Gianmarco e Silvia, se hanno un posto per me in macchina per raggiungere il ristorante. Il mio imbarazzo è palese, ma loro senza nessuna titubanza dicono subito si, anzi una volta fuori ed accolti i due sposi con il classico lancio di riso e coriandoli mi introducono all’intero gruppo di amici, 5 coppie tutti incredibilmente simpatici e disponibili. E’ andata la paura di rimanere in solitudine e in disparte tutto il tempo magicamente lascia spazio alla voglia di festeggiare e divertirsi.
Da quel momento è stata tutta discesa, infatti in attesa che Dani e Virginia tornassero dalla consueta sparizione per foto di rito, ci siamo trasferiti al ristorante Officine Farneto, dietro lo stadio Olimpico, dove ci accoglie un open bar e una gran quantità di cibo dai fritti al crudo di pesce, dalla stracciatella alla buratta alle più classiche tartine e pezzi di focaccia, ma decisamente tutto ottimo. E siamo solo all’aperitivo, partono già un buon numero tra bianchi e spritz, l’atmosfera incomincia a diventare molto allegra ma esplode quando arrivano Loro accompagnati da un gran fracasso di clacson. Eccoli sorridenti, felici e anche un po’ frastornati, insomma si può capire bene o quantomeno immaginarselo. Ci si riunisce tutti davanti alla scalinata di ingresso per accoglierli con un brindisi, ma ecco un’altra sorpresa, di nuovo li accoglie il gruppo Gospel che dedica agi sposi tre canzoni, ancora brividi, ma sopratutto non posso immaginare cosa abbiano provato loro. Daniele visibilmente emozionato,Virginia sembra più calma ma la felicità e l’emozione del momento gliela si legge ovunque. La serata scorre veloce, tra vino, cibo e canzoni goliardiche per gli sposi. La cena è all’interno una tavolata unica lunghissima, il mio posto è lontano dal gruppo ma fortunatamente Daniele mi ha messo in mezzo ad altri ragazzi molto simpatici e piacevoli, sopratutto di fianco a me c’è Valentina che avevo già conosciuto quando insieme a Virginia era venuta a New York a trovare Daniele quando eravamo li.
Ci si trasferisce ora fuori per il taglio della torta, una Mimosa con panna e frutti di bosco, decisamente grandiosa, ma non c’era solo quello infatti viene imbandita una tavolata con ogni sorta di prelibatezza dolciaria, torte mousse, fragile con cascata di cioccolato, bombe alla crema e al cioccolato cannoli, insomma un’esplosione di dolcezza. Ed è a questo punto che il ristorante si trasforma in discoteca con Virginia e Daniele che aprono le danze e si scatenano in pista. Il clima è fantastico, gli amici degli sposi incredibili, si balla si beve e si scherza…e sopratutto si barcolla parecchio dato l’open bar che non da tregua.
Sono rimai le due quando Gianmarco e Silvia gentilmente e soprattutto fortunatamente mi riaccompagnano in albergo, anche perché il livello di alcool in corpo era assai elevato.

E’ stata una giornata unica, splendida sopratutto nel sentire e vedere negli occhi e nelle parole degli sposi la felicità per la mia partecipazione al giorno più importante della loro vita insieme. Sono davvero felice di aver avuto la possibilità di partecipare perché come ho scritto anche a loro nella dedica le amicizie nascono all’improvviso e non conta quanto tempo si passa insieme conta solo quanto queste persone ti entrano e ti toccano il cuore.
Trono a casa con emozioni uniche, nuove amicizie e sopratutto con la consapevolezza che L’AMICIZIA e GLI AMICI sono elementi fondamentali della vita e per la propria felicità.

Virginia e Daniele GOD BLESS YOU AND YOUR LIFE TOGETHER!!!


No Responses

You must be logged in to post a comment.