NEW YORK CITY AGAIN

Posted by Manuel |22 Oct 12 |

Eccomi di nuovo qua, atterrato da tre giorni e già pienamente ambientato, ormai la città la conosco ed ogni volta e’ come ritornare a casa anche se le emozioni che regala non siano mai le stesse.Il primo giorno come al solito l’ho utilizzato per prendere confidenza con la zona in cui alloggio, questa volta nell’Upper West side, 79th street, non molto lontano da dove alloggiai la prima volta che venni a NY. giretto sulla Brodway verso sud, fermata al Lincoln Center per sfruttare il wifi gratis e chiamare casa, e aggiornare i vari social network. In giro molto fermento, molte limousine, molta gente vestita da gran gala quindi presumo fosse in calendario qualche evento particolare. Chiusa la telefonata a casa, ho ripreso la mia camminata verso sud, in fondo dovevo combattere il jet-leg e cercare di tirare il più tardi possibile per poter prendere subito un ritmo accettabile il giorno dopo. E così è stato, mi son fermato al Colmbus Circle, dove ho preso un the verde accompagnato da una fantastica tortina alla crema….yummy…..Sfruttando la connessione Wifi mi sono aggiornato su ciò che succedeva in Italia e ne ho approfittato per chattare con qualcuno. La stanchezza intanto, iniziava a farsi sentire, e essendo riuscito a tirare le 7, sono andato nel supermercato che c’è al piano inferiore il “whole food” a prenderete le cibarie necessarie per i giorni dopo e la cena per la sera, a sto giro sushi…..Ormai stremato e al limite delle forze sono rientrato in stanza e dopo aver assaporato il mio cibo, tempo di seguire due battute del film “The social network” sono praticamente svenuto.

Inevitabilmente il giorno seguente, occhi a palla all’alba ma sforzandomi un po’ son comunque riuscito a tirare le 9 e visto la giornata che mi aspettava e’ stato un bene. Il giorno prima avevo preso accordi con il mio amico Cha, un ragazzo coreano con cui ho frequentato le lezioni di inglese lo scorso marzo, per incontrarci allo Starbucks sotto la nostra scuola, praticamente sotto l Empire State Building W 33St with 5th Av. Il tempo non era dei migliori infatti per tutta la mattina ha piovuto. E tra una chiacchiera e l’altra ed un pranzo con un sandwiches si è fatta l’una, quindi l ora di mettersi in marcia per il “walkaboutnyc”, uno dei motivi del mio ritorno a New York. Emozionante ripercorrere quella che per un mese e’ stata la mia strada giornaliera per andare a scuola, vedere che niente è cambiato, ed emozionante rincontrare un vecchio amico, il cui inglese in questi mesi e’ molto migliorato e purtroppo un po’ triste perché la sua permanenza e’ giunta alla fine….
Cosa mi aspetto da questo ennesimo viaggio nella grande mela?….Sinceramente non lo so, vorrei sicuramente conoscere più gente possibile per aumentare le mie possibilità di trovare un lavoro che mi permetta di poter esaudire quel sogno di riuscire a vivere qui parte della mia vita….vedremo come andrà, io come al solito ce la metterò tutta e cercherò di viverle ogni giorno al top.

Come on!!!It’s time to be New Yorker


No Responses

You must be logged in to post a comment.