Ogni maledetta domenica

Posted by Manuel |13 Jan 13 |

Son passati ormai sei mesi dalla mia ultima partita di calcio, quando cioè mi sono infortunato. Da allora non ho più preso a calci un pallone, non ho più fatto parte di quel mondo che se pur a livello amatoriale e’ sempre stato importante. Niente preparazione estiva ne invernale niente allenamenti, solo partite viste dagli spalti. Per uno come me che ė da quando aveva cinque anni che ogni maledetta domenica e due volte alla settimana si sentiva parte di qualcosa soffriva e gioiva con un gruppo di amici, con i quali si condividevano vittorie e sconfitte, allenamenti con ogni tipo di clima di intemperie, uniti tutti per uno stesso obiettivo e sopratutto sempre per divertirsi. Ecco queste cose mi mancano, gli allenamenti, fatti anche con poca voglia lacune volte, ma non si saltavano mai anche solo per le chiacchiere e le risate nello spogliatoio. Mi manca la colazione abbondante la domenica con la pasta in bianco o al pomodoro, il ritrovo prima della partita, mi manca l’odore del campo dell’erba del fango. Mi manca la tensione pre partita, il riscaldamento il momento in cui cercare la concentrazione, la partita novanta minuti in cui non esistono altro che i tuoi compagni, che il tuo pensiero e’ fare ciò che è giusto per la squadra e farlo bene, mi manca anche stare in panchina, mi divertivo a studiare le mosse degli avversari, non ho mai smesso di sostenere i miei compagni, ho fatto polemica quando sapevo che meritavo di giocare e non giocavo, ho litigato con il mister, a volte con i compagni spesso con gli avversari. Mi manca, la solitudine del numero uno, il restare novanta minuti li da solo concentrato sempre pronto, non era facile mai mantenere la concentrazione, tu sei li nella tua solitudine e capita anche che in alcune partite che non fai nulla e allora i tuoi pensieri prendono il sopravvento e la concentrazione va a farsi fottere, ed è’ quello il momento che la combini, che fai la papera, quella che tutti poi ti ricorderanno sempre, perché del portiere ci si ricorda il gol preso e mai il gol evitato. Ma adesso che non sto giocando che son fermo e forse non giocherò più anche quello mi manca. Manca il post partita.La tua domenica variava in base al risultato della partita, ho passato domeniche incazzato nero per sconfitte o prestazioni non all’altezza, e domeniche di grande gioia per vittorie e grandi prestazioni.

Mi son tolto soddisfazioni e mi son divertito.Mi manca tutto questo.Cazzo se mi manca!!

“Ogni maledetta domenica si vince o si perde, bisogna vedere se si vince o si perde da uomini”(Cit.)


No Responses

You must be logged in to post a comment.