Sandy Storm (Monday)

Posted by Manuel |30 Oct 12 |

Eccoci il giorno tanto temuto, questa sera dovrebbe arrivare la terribile Sandy, con venti che spireranno all’apice della forza tra i 60mph e i 70mph (a voi la conversione e lo stupore). Stamattina mi sono reso conto di non avere nulla da mangiare per questa giornata quindi alle 10 sono uscito, e quello che si è presentato era un paesaggio surreale. Il vento ancora non era salito ma dava degli accenni di violenza con delle folate belle potenti,cielo grigio e carico di pioggia, le strade desolate, qua e la qualche taxi e altre poche persone che come me cercavano un posto dove rifornirsi per la giornata, metropolitana chiusa bus sospesi la maggior parte dei negozi chiusi comprese le banche con appesi cartelli di scuse per il disagio. Ho camminato sulla Broadway fino al Lincoln Center dove ho sfruttato la connessione wifi per rassicurare tutti sulla situazione abbastanza tranquilla per il momento. Al ritorno ho percorso l’ Amsterdam Avenue parallela alla Broadway e lo scenario era esattamente la stesso e per giunta ha incominciato a piovere, pioggerellina sottile e fastidiosa che in combinazione con il vento mi ha completamente infradiciato. Tornato in camera ho abbandonato i rifornimenti per la giornata, un bagel con uova e formaggio e uno senza niente per il pranzo e un insalata mista per la sera, e passa la paura. A questo punto volevo vedere l’Hudson come era messo. Non ero il solo ad aver avuto questa idea, infatti sulla strada adiacente era pieno di persone che facevano fotografie, due telecamere della televisione. Tirava un vento fortissimo che faceva sbattere a destra e a sinistra le barche ormeggiate ai moli mobili. Il fiume era gonfio e cattivo, grandi onde e molto vicino all’argine ma per ora ancora all’interno del suo letto. Fatte un po’ di foto decido di tornare nella mia stanza. Alla tv e’ una diretta continua, arrivano,immagini da tutta la costa, si vede acqua per le strade, la spiaggia di Coney Island invasa da acqua e vento e ovunque persone incuranti del pericolo che vogliono osservare e godere della forza della natura.
Alle 3pm decido per un altro giro verso l Hudson, giusto per vedere come si è evoluta la situazione. Il vento che arrivava a folate era impressionante, una mi ha spostato addirittura di un paio di metri, incredibile, gli alberi si piegavano in modo innaturale e qualche ramo era anche caduto per la strada, la pioggia era diventata intensa e forte , le onde più potenti, ma il fiume era ancora sotto controllo. Qualche altra foto e si torna in camera anche perché ancora fradicio, il mio ombrello si è rotto alla prima folata forte, cazzo che sfiga. Rientrando noto che alla tv, oltre alle solite immagini ormai diventate routine, mostrano una gru posta sopra un grattacielo in costruzione sulla 57esima e la 7ma che ha collassato ed ora e li pericolante sopra la testa della gente e sulla strada in balia del vento, speriamo resista e non venga giù. Intanto le autorità comunicano che l’apice dell’ uragano e’ stato anticipato alle 6 del pomeriggio e non più alle 8 e dovrebbe passare domattina alle 4 e tornare a livelli normali. Domani si faranno i conti dei danni, intanto in questo pomeriggio molto noioso, e dopo un altro giro nel quartiere per cercare un caffè a portar via, mi guardo in lingua originale uno dei miei film preferiti The Goonies…Dio quanto mi piace, tenendo sempre un occhio puntato ai tg per sapere come evolve la situazione.

Sandy glad to meet u but please doesn’t give us a lot of problem…


No Responses

You must be logged in to post a comment.