Una partita d'altri tempi

Posted by Manuel |13 May 12 |

Ieri pomeriggio ho fatto un balzo nel passato di almeno 15 anni. Ai tempi delle vacanze di tre mesi sul Lago Maggiore, a Lesa precisamente, quando ogni sabato si organizzava la partita di calcio al campetto del paese. E ieri puntuali alle 14.30 il ritrovo li, tutti un po’ più vecchi un po’ più robusti ma sempre con gran voglia di divertirsi a tirare un calcio al pallone. E lo spirito sempre quello di una sfida continua, di una partita infinita che non si arresta se non per dieci minuti per recuperare il pallone finito nel fiume Erno. Due ore di calcio consecutivo con ritmi anche più o meno sostenuti, viste anche le età dei partecipanti e il caldo asfissiante, ma ci siamo abituati si giocava per ore in piena estate con il sole dritto sulla testa.

E’ stato emozionante, sia per la partita in se sia per i vecchi amici. Ma cio che mi ha emozionato di piu e’ il ritorno sul Lago, il mio lago. Non tornavo a Lesa da anni, sul lago si ma non a Lesa. Sono legato a quei posti da sentimenti profondissimi, ho passato tutte le mie estati fin da quando son nato, ho passato momenti indimenticabili ed indelebili, avventure incredibili e amici fantastici. Purtroppo anche il momento più triste della mia vita, la perdita del mio mentore, del mio maestro di vita mio Nonno, morto su quella sponda del lago che amava alla follia. Un amore che ha trasmesso a me, che seppur non coltivato come avrei voluto permane e si rinnova ogni volta che ci vado.


No Responses

You must be logged in to post a comment.